La Storia

La Storia

Nell’ottobre del 1928 (ma purtroppo gli scritti ufficiali risalgono solo al 1932) su iniziativa del Magg. Giuseppe Piccinelli (al quale ancora oggi è intitolato il nostro Gruppo) e di alcuni Alpini, nasceva il gruppo A.N.A. di Brinzio con sede nella locale Osteria del Pépp.
Al termine della cerimonia di inaugurazione, tutti a Viggiù alla Festa degli Alpini, in gita premio.
Per tanti anni il nostro Gruppo è vissuto in maniera semplice e familiare, attirando in sede amici e simpatizzanti e infondendo loro amor patrio e spirito alpino, come ci ricordava l’alpino Romano Piccinelli, unico superstite di un tempo lontano.

I ricordi più vivi risalgono al 1959, quando il 22 novembre venne inaugurato il gagliardetto benedetto dal missionario Padre Giacomo e avente come madrina la signora Mariateresa Piccinelli.
Nasce così la prima festa alpina con castagnata, castagnata che ancora oggi si ripete ogni ottobre mentre la Festa del Gruppo, che assunse negli anni successivi la denominazione Festa della Madonna della Neve ha luogo l’ultimo fine settimana di Agosto.

  • Il 23 ottobre 1966 viene benedetto il restaurato Parco delle Rimembranze.
  • Nel 1967 viene costruita la Cappellina della madonna della neve in località “Sasée”.
    Contemporaneamente nasce il Coro Valmolina, sotto l’instancabile guida del maestro Tognino Piccinelli animatore di Brinzio e delle nostre vallate. Purtroppo dura solo un decennio.
  • Nel 1976/77 alcuni soci e amici partecipano ai lavori di ricostruzione del Friuli terremotato ( cantiere A.N.A. n°9 di Gavazzo Carnico ).
  • Nel 1984 ulteriore restaurazione del tempietto del Parco delle Rimembranze ( recupero affresco del pittore Ticinese ).
  • Nel 1985 viene donato il Tricolore alle scuole elementari di Brinzio.
  • Nel 1986 ripristino della Madonna della neve, distrutta da atti vandalici.
  • Nel 1987 si offre per la prima volta la castagnata ai nonni del Ricovero Molina. La castagnata presso la Casa di Riposo Molina è diventata tradizionale.
  • Nel 1988/89 intervento di recupero della Cappelletta o Gesiora, chiesetta del 1600 con restauro dei graffiti e dell’affresco della “Addolorata” opera del pittore Ronchelli di Castello Cabiaglio.
    Nello stesso anno il nostro gagliardetto è portato dalla sua madrina sull’Adamello durante la visita di Sua Santità Giovanni Paolo II.
  • Nel 1990 in occasione del solenne Giuramento dei bocia della Orobica a Varese, il nostro Gruppo ospita presso l’osteria del Pépp i comandanti della Brigata: Gen. Carrara, Col. Tiragallo e Ten. Col. Napoli.
    Nello stesso anno e nei successivi 1991/93/94/95/97 il nostro gruppo ha vinto il Trofeo presidente Nazionale Franco Bertagnolli.
  • Nel 1991 nasce il gruppo di protezione Civile caratterizzato dalla squadra A.I.B. regionale II° livello. Nello stesso anno volontari alpini partecipano alla costruzione dell’asilo infantile Rossosch ( Russia ) e il tradizionale presepe a Brinzio viene ispirato a tale opera.
  • Nel 1992 il Gruppo ha partecipato con i suoi atleti alla staffetta Sacro monte – Madonna del Don a Mestre in occasione della donazione dell’olio benedetto da parte delle Sezioni di varese e luino.
  • Nel 1993 viene inaugurato l’asilo in Russia con la presenza del nostro gagliardetto e relativa rappresentanza Alpina.
  • Nel 1994 in collaborazione con la Sezione A.N.A. di Varese è stato indetto il campionato Nazionale A.N.A. di corsa in montagna e l’eserictazione di Protezione Civile Interregionale “Prealpi varesine” nei giorni 2-3-4 settembre.
  • Nel 1997 nasce il nostro giornalino “Il Piccolo Alpino di Brinzio”, nello stesso anno in collaborazione con la Sezione A.N.A. di Varese si organizza il campionato di corsa in montagna a staffetta.
  • Nel 1998 si festeggia il settantesimo anniversario del gruppo e iniziano i lavori per la costruzione della nuova sede.
  • Nel 1999 viene ripristinato il Monumento dei Caduti e l’Asilo infantile di Brinzio. Inoltre si partecipa per la Sezione A.N.A. di Varese alla frazione “Camminaitalia”.
  • Nel 2000 viene organizzato il Giubileo della Montagna sul percorso di un antico sentiero del 1500, partendo dalla Badia di Ganna, passando da Brinzio per raggiungere il Santuario di S.Maria del Monte con le Sezioni di Varese e di Luino. Fatto encomiabile il socio Alpino Alfredo re Dionigi diventa Fra Simone Maria da Brinzio.
  • Nel 2002 inaugurazione della Sede del gruppo e della relativa “Via degli Alpini”.
  • Nel 2003, con i suoi atleti, il Gruppo si è classificato al primo posto nella classifica finale del “Trofeo del Presidente Nazionale“organizzato dalla Sezione di Varese. Questo risultato è stato replicato, nel 2011, seppure ex aequo. Il Gruppo inoltre fornisce alcuni suoi atleti alla Sezione di Varese per la partecipazione alle competizioni nazionali ANA, ultime delle quali sono state le Alpiniadi svoltesi a Falcade nel marzo 2012.
  • Sin dal 2004 alcuni soci del Gruppo partecipano alla raccolta di alimenti, presso i supermercati della provincia, per le persone meno fortunate nell’ambito della “Giornata Nazionale della Colletta Alimentare”, organizzata annualmente, nel mese di novembre, dalla “Fondazione Banco Alimentare Onlus” e “Federazione Impresa Sociale Compagnia delle Opere” alla anche quale l’ANA dà il suo appoggio.
  • Nel 2009 il Gruppo, oltre che curando l’organizzazione di varie raccolte fondi per la popolazione, interveniva, con i suoi volontari, per il terremoto in Abruzzo con l’effettuazione, a partire dal 15 aprile, dei turni settimanali nelle aree di accoglienza della popolazione sfollata, fino alla loro totale chiusura avvenuta nel novembre 2009. Si deve inoltre ricordare la contemporanea partecipazione di alcuni soci all’attività di costruzione del Villaggio ANA “Trentatré” a Fossa (AQ), paese interamente devastato dal sism,a alla cui amministrazione è stato donato il Villaggio, coofinanziato e costruito dall’ANA, composto da 33 unità abitative e da una chiesa.
  • Negli anni 2010 e 2011 il Gruppo collabora con l’Associazione Nazionale Ufficiali in Congedo (UNUCI) in occasione delle attività previste nell’ambito del programma scolastico liceale lombardo per l’avvicinamento dei giovani alla vita militare. In particolare il Gruppo dava supporto logistico nei campi di addestramento allestiti dall’UNUCI sul territorio brinziese.
  • Biennio 2010 e 2011 il Gruppo partecipa con alcuni soci all’attività di assistenza ai turisti che visitano l’Eremo di Santa Caterina del Sasso Ballaro di Leggiuno. Quest’attività, gestita a livello Sezionale ANA di Varese, nell’ambito di un patto di collaborazione stipulato con la Provincia di Varese, consiste nel presidiare, a turni giornalieri estivi (prefestivi e festivi), l’Eremo di Santa Caterina al fine di assistere i turisti che visitano la rinomata struttura religiosa posta sulla sponda lombarda del Lago Maggiore. L’attività di assistenza avrà luogo anche nel 2012.
  • Nell’autunno del 2011, i volontari del Gruppo prestavano il loro contributo in Liguria, nelle Cinque Terre, in occasione della tragica alluvione dell’ottobre 2011. Anche in questo caso il Gruppo, oltre all’intervento sul campo, effettuava una raccolta fondi per le popolazioni liguri così duramente colpite da questo drammatico evento naturale.
  • Nel 2011, durante le varie feste di Gruppo abbiamo attivato una raccolta di fondi destinati al progetto “Una Casa per Luca” (progetto voluto dall’ANA per la costruzione di una casa domotica ovvero adatta alle esigenze terapeutiche e di diversa abilità del Caporal Maggiore Alpino Luca Barisonzi gravemente ferito e privo dell’autosufficienza dopo esser stato vittima di un attentato talebano durante la missione in Afghanistan dell’8° Rgt. Alpini)) e partecipato con alcuni Volontari alla costruzione della casa stessa, con un turno della durata di 15 gg. La struttura veniva inaugurata sabato 19 maggio 2012 alla presenza del Labaro Nazionale e di oltre 60 Vessilli Sezionali e oltre 200 Gagliardetti, tra i quali quello del nostro Gruppo.
  • Nel maggio 2012, su richiesta della Sede nazionale, volontari del Gruppo provvedevano al ripristino di alcune parti della Caserma Rossi di Merano, per l’approntamento dei posti tenda da destinare ai partecipanti all’Adunata Nazionale di Bolzano.
  • Da maggio 2012 fino alla chiusura dei campi di accoglienza di Moglia e Cento, alcuni volontari del Gruppo effettuavano dei turni settimanali di lavoro nelle aree di accoglienza della popolazione sfollata

Il Gruppo inoltre collabora continuamente ed assiduamente con tutte le Associazioni Brinziesi nonché con le Scuole Elementari Brinzio con le quali vengono svolti alcuni progetti educativi sia scolastici che extrascolastici (campi estivi), dando ampio risalto alle attività didattiche effettuate dagli alunni, riservando loro un apposito spazio sul Notiziario del Gruppo.

Proficua collaborazione, con la raccolta tramite il Notiziario del Gruppo, di offerte per la sua missione, si è inoltre, da tempo immemore, instaurata con Padre Giacomo, missionario comboniano nell’America Latina e fratello di uno dei soci “ricostituenti” del Gruppo, gradito ospite del Gruppo sia sul Notiziario, al quale viene riservato uno spazio in occasione del Santo Natale, sia presso la nostra Sede in occasione dei suoi rari rientri dalla missione in Amerca Latina.

Ad oggi il Gruppo ha l’onore di annoverare tra i suoi soci ben tre alpini in armi (un quarto appena congedatosi di Brinzio) due dei quali, sono in procinto, a breve, di partire per l’Afghanistan nell’ambito della missione NATO ISAF. In realtà, per uno di loro, si tratta di un ritorno in quanto già reduce da una prima missione ISAF nel 2010. A tutti loro il più sincero “in bocca al lupo” per questa importantissima e delicatissima missione.